+39.392.503.1410

Oggi voglio spiegarti perché (quasi) tutti i proprietari di casa che decidono di vendere un immobile commettono un errore fondamentale: sovrastimano la propria casa e restano delusi dalla valutazione dell’agente.

Lavoro da moltissimi anni in questo settore ed ormai mi è chiaro quale sia l’errore più grande per i proprietari di casa: essere troppo legati ai ricordi. Credo che si è davvero pronti a mettere in vendita un immobile che appartiene alla propria storia, o a quella della propria famiglia, solo se si è disposti a “lasciar andare”. Questo non vuol dire dimenticare o far cadere nell’oblio tutto ciò che appartiene al proprio passato, piuttosto cambiare approccio e capire che le cose si rigenerano nelle mani di nuove persone. E’ per questo che le case non moriranno mai!

Quindi il motivo per cui delle volte si aspettano anni prima di mettere in vendita una casa, con conseguente perdita di guadagno per i proprietari, è dovuto ad una quasi sistematica delusione provata nell’accorgersi che il consulente immobiliare sta sottostimando il bene.

Sappiate che chi acquista non è interessato al valore affettivo di chi vende ma a metri quadrati, presenza di balconi/terrazzo, vista, stato di conservazione, piano o eventuale indipendenza dell’immobile, costo e quartiere/zona. Per questo chi, come me, è del mestiere non sottostima MAI il bene che ha fra le sue mani ma, piuttosto, lo valorizza in base a come va il mercato in quel periodo specifico.

Tuttavia non demordere e passa a fare due chiacchiere con me.

Credit photo

Credit photo